Home

Recupero, riutilizzo e socializzazione del materiale di allestimento

del Padiglione Canadese “Migrating Landscapes”, Biennale di Venezia 2012

life mapping_world

Dal 01/02/2013 saranno a disposizione della cittadinanza, delle associazioni, dei gruppi informali e degli individui attivi sul territorio, i materiali recuperati dall’esposizione del padiglione canadese alla 13° Mostra Internazionale di Architettura di Venezia. L’iniziativa ha preso corpo grazie alla volontà congiunta di studenti Iuav e soggetti attivi nel quartiere di Santa Marta ed in città. L’intervento ha permesso il recupero di circa 100 mc di abete rosso austriaco, disponibile nei formati 4×4 8×8 15×15 e 30×30 cm, che costituivano l’ infrastruttura espositiva del Padiglione Canadese alla Biennale e che prima del nostro intervento erano destinati ad essere smaltiti. Tutta l’operazione è stata condotta a costo zero, grazie anche alla disponibilità ed alla lungimiranza dei responsabili della mostra “Migrating Landscapes” , che a fronte di un risparmio sui costi di smaltimento, si sono resi disponibili alla copertura delle spese di trasporto. Il legname verrà destinato, in parte, ad una serie di microprogetti pensati da studenti e abitanti, che riguarderanno il quartiere di Santa Marta ed i suoi spazi: il suo orto collettivo, nato la scorsa primavera; l’autorecupero dello Spazio Bulli e Pupe e di spazi abitativi in generale; la creazione di elementi di arredo urbano e degli allestimenti per la sagra di quartiere, prevista a Luglio. Una seconda parte del materiale sarà invece donato al senato studenti dello Iuav, insieme al quale verrà scritto e presentato un bando da affiancare a quello già esistente delle Attività Autogestite, rivolto agli studenti dell’Ateneo che intendano lavorare e confrontarsi direttamente con le comunità locali e culturali, co-progettando e intervenendo sugli spazi collettivi attraverso processi dal basso di azione diretta. Un’ulteriore donazione verrà destinata al laboratorio materiali Iuav (ALIAS), diretto da Matteo Torcinovich. Una terza parte verrà invece messa a disposizione di chiunque voglia agire sullo spazio comune, ma anche di artigiani disponibili ad attivare workshop di falegnameria, di associazioni e singoli che dimostrino le proprie finalità sociali o che, credendo nel processo di riuso consapevole dei materiali, vogliano realizzare piccoli interventi anche in spazi interni o privati. Saranno per questo organizzate una serie di giornate aperte nel corso dei prossimi 2 mesi in cui si potrà prendere visione del legno stoccato nell’area degli ex-magazzini frigoriferi a San Basilio. L’Università Iuav di Venezia ha infatti finalmente messo a disposizione di abitanti e studenti quest’area strategica, possibile fulcro per iniziative future dopo anni di abbandono, e tornata al centro del dibattito cittadino nelle ultime settimane con il progetto del terminal tramviario a San Basilio. Ci auguriamo che questa collaborazione continui e che anzi si dia la disponibilità a nuovi soggetti attivi di riempire con progetti ed attività questi luoghi.

Per chi volesse utilizzare il materiale è possibile contattarci scrivendo a marziani.venezia@gmail.com  

legno_stoccaggio

SCHEMA DI STOCCAGGIO DEL MATERIALE

legno_stoccaggio

SCHEMA DI STOCCAGGIO DEL MATERIALE_POST 23/02

legno_stoccaggio

SCHEMA DI STOCCAGGIO DEL MATERIALE_POST 09/03

Schermata 01-2456322 alle 15.45.04

http://migratinglandscapes.ca

One thought on “OPERAZIONE CANADA

  1. Pingback: Operazione Canada | Wave 2013

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s